Le nuove comunicazioni per l’utilizzo dei voucher

Le recenti modifiche normative apportate al regime del lavoro accessorio (voucher INPS) impongono dall’8 OTTOBRE agli imprenditori non agricoli e ai professionisti, prima dell’inizio della prestazione di lavoro accessorio, l’invio di una comunicazione all’Ispettorato Nazionale del Lavoro (INL).

Con il D.Lgs. 24.09.2016, n. 185, correttivo del Jobs Act, il Governo ha introdotto varie modifiche alle disposizioni in materia di rapporto di lavoro, tra le quali una nuova formulazione dell’art. 49, c. 3 del D.Lgs. 81/2015, concernente il lavoro accessorio che permette la tracciabilità dei voucher e a introdurre una specifica disciplina sanzionatoria per evitarne l’uso fraudolento.

I VOUCHER


 voucher

Trattasi di “buoni lavoro” utilizzati per retribuire il cosiddetto lavoro accessorio (attività lavorative di natura OCCASIONALE).

Massimale netto per il lavoratore: euro 7.000,00 per anno solare (sommati tutti i datori di lavoro)

Massimale netto per ogni impresa commerciale o professionisti: euro 2.020,00 netti

Si possono ad oggi utilizzare in tutti i settori, comprendendo tutti i tipi di committente e tutti i tipi di lavoratore (salvo alcune eccezioni nel settore agricolo).

Ogni voucher ha un valore di euro 10,00.

Tale è il costo che sostiene il datore di lavoro.

Euro 7,50 invece sono il compenso minimo per un ora di lavoro che percepisce netto il lavoratore.

Euro 2,50 sono destinati a coprire la copertura previdenziale inps e la copertura assicurativa inail.

 La nuova disposizione prevede in particolare che:


  • i committenti imprenditori non agricoli o professionisti, almeno 60 minuti prima dell’inizio della prestazione, sono tenuti a comunicare alla sede territoriale competente dell’INL, con sms o e-mail, i dati anagrafici o il codice fiscale del lavoratore, il luogo, il giorno e l’ora di inizio della prestazione, il giorno e l’ora di fine della prestazione;
  • la mancata comunicazione comporta una sanzione amministrativa da 400 a 2.400 Euro in relazione a ciascun lavoratore per cui è stata omessa.

FAQ


La circolare n. 1/2016 dell’INL e le FAQ predisposte dalla Direzione Generale per l’Attività Ispettiva del Ministero del Lavoro (ferma restando la  dichiarazione di inizio attività da parte del committente prevista verso l’INPS) hanno precisato che:

  1. le e-mail senza allegati devono essere indirizzate alla competente Direzione del Lavoro, individuate in base al luogo di svolgimento della prestazione, agli indirizzi di posta elettronica specificati nella circolare
  2. se il prestatore svolge l’attività per l’intera settimana, i datori di lavoro “non agricoli” possono effettuare un’unica comunicazione cumulativa, con la specificazione dei giorni interessati, del luogo e dell’ora di inizio e fine della prestazione di ogni singola giornata;
  3. anche se il prestatore svolge l’attività in un’unica giornata ma con due fasce orarie differenziate è sufficiente effettuare un’unica comunicazione, con l’indicazione degli orari in cui il prestatore sarà impegnato nell’attività lavorativa;
  4. La variazione della comunicazione già effettuata va comunicata almeno 60 minuti prima delle attività cui si riferiscono. Più in particolare, a titolo esemplificativo, è possibile individuare le seguenti ipotesi:
    • se cambia il nominativo del lavoratore: almeno 60 minuti prima dell’inizio della attività lavorativa;
    • se cambia il luogo della prestazione: almeno 60 minuti prima dell’inizio della attività lavorativa presso il nuovo luogo della prestazione;
    • se si anticipa l’orario di inizio della prestazione: almeno 60 minuti prima del nuovo orario;
    • se si posticipa l’orario di inizio della prestazione: entro 60 minuti prima del nuovo orario;
    • se il lavoratore prolunga il proprio orario di lavoro rispetto a quanto già comunicato: prima dell’inizio dell’attività lavorativa ulteriore;
    • se il lavoratore termina anticipatamente l’attività lavorativa: entro i 60 minuti successivi;
    • se il lavoratore non si presenta: entro i 60 minuti successivi all’orario di inizio della prestazione già comunicata.
  5. le comunicazioni possono riguardare cumulativamente anche diversi prestatori, purché il committente sia lo stesso e vengano esposti dettagliatamente e analiticamente tutti i dati richiesti;
  6. le comunicazioni possono essere effettuate per conto dell’impresa da consulenti del lavoro, commercialisti, avvocati, indicando nell’oggetto delle e-mail il codice fiscale e la denominazione dell’impresa committente;
  7. il sistema di comunicazione tramite sms verrà attivato al termine della programmata creazione di una infrastruttura tecnologica idonea a semplificare i nuovi obblighi.

 

Per maggiori informazioni e consulenza professionale dedicata potete contattarci al seguente indirizzo mail: team.unicom@gmail.com

Dott.ssa Linda Eva Marrella

Mi presento: Linda Eva Marrella, nata a Verona il 4 febbraio 1980.

Studi e competenze: diploma in corrispondente in lingue estere, laurea con lode in economia e commercio, abilitata alla professione di dottore commercialista dall'anno 2007, revisore legale dei conti, mediatore civile abilitata alla risoluzione delle controversie.

Professione: titolare di studio commercialista e socia di associazione professionale in Verona a servizio della clientela per i servizi di: consulenza amministrativa e societaria, bilancio e contabilità, consulenza e assistenza fiscale e tributaria.

Obiettivi: vivere il lavoro e studiare l'economia non solo dalla scrivania, ma ampliando le prospettive. Partecipare a lavori in team al fine di moltiplicare per (con)dividere. Trovare idee innovative sia per startup che per aziende affermate di qualsiasi dimensione, contribuire a far crescere le piccole e rafforzare le grandi.

Il blog perchè: per uscire dall'ufficio, con spunti, riflessioni e ricerca di condivisione e creatività. L'esternare i miei studi quotidiani mi sta aiutando a confrontarmi con tante persone sulle novità fiscali, sull'economia e sul mondo, e ... mi sta pure divertendo.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *