Rivalutazione di terreni e partecipazioni. La data: 30/06/2016

La legge di stabilità (L. 208/2015) ha riproposto la rivalutazione di terreni e partecipazioni posseduti al 01/01/2016 al di fuori del regime d’impresa.

Il 30/06/2016 è il termineRIVTERRENI da tener presente per:

  • il giuramento della perizia
  • il versamento dell’imposta sostitutiva (aliquota unica pari all’8% sia per le partecipazioni qualificate che per i terreni). Il versamento potrà essere effettuato anche a rate (30/06/2016 – 30/06/2017 – 30/06/2018).

 

 

Perchè rivalutare?

Un soggetto che possiede un terreno o una partecipazione potrebbe avere convenienza ad utilizzare l’opportunità offerta dalla L. 208/2015, al fine di conseguire un legittimo risparmio fiscale in vista della cessione di una di tali attività. Infatti, è possibile affrancare le plusvalenze latenti nei valori di questi beni, corrispondendo un’imposta sostitutiva (pari all’8%) in luogo di quella ordinaria, generando un minor carico tributario rispetto a quello che si avrebbe vendendo il terreno o la partecipazione non rivalutati.

nb: ricordo che la plusvalenza sui terreni edificabili è sempre tassata, mentre quella sui terreni agricoli viene tassata solo se gli stessi vengono compravenduti entro 5/anni dall’acquisto (a titolo oneroso).

Un esempio chiarirà meglio la convenienza fiscale ed il meccanismo della plusvalenza e conseguente tassazione:

Il signor Rossi ha acquistato nell’anno 2010 un terreno edificabile a Verona ad euro 100.000,00.

I costi inerenti sostenuti in sede di acquisto ammontavano ad euro 10.000,00 (tra i costi inerenti rientrano sicuramente quelli riguardanti l’acquisto e cioè le imposte di registro, ipotecarie e catastali e le spese notarili, le spese di mediazione, le spese sostenute per liberare l’immobile da servitù, oneri e altri vincoli).

Ha intenzione di rivendere lo stesso terreno nel 2016 ad un prezzo di euro 180.000,00.

plusvalenza

La plusvalenza ammonta ad euro 70.000,00 (180.000,00 – 110.000,00).

Per il fisco quindi quello è il GUADAGNO del signor Rossi, e questo GUADAGNO VA TASSATO.

Ma al signor Rossi viene data la possibilità di SCEGLIERE la tassazione a lui più conveniente.

La prima possibilità è dichiarare la plusvalenza in Unico, aumentando così il reddito imponibile, in quanto andrà ad aggiungersi ai redditi che già possiede (rif. QUADRO RM tassazione separata o opzione per tassazione ordinaria  modello Unico 2017 relativo i redditi 2016)

Se ipotizziamo un aliquota irpef media del 30%: il signor Rossi corrisponderà al fisco euro 21.000,00 (30% di euro 70.000).

La seconda possibilità è, previo confronto con professionisti, rivalutare il terreno, versando un imposta sostitutiva dell’8% sull’intero valore periziato (rif. QUADRO RM sezione X modello Unico PF 2017 relativo i redditi 2016)

Mantenendo i valori di cui sopra, il signor Rossi verserà un imposta sostitutiva pari ad euro 14.400,00 (8% di 180.000,00).

Da questo esempio si evince un notevole risparmio fiscale per il signor Rossi, quindi: contattate i vostri professionisti di fiducia che vi sapranno consigliare.

Per maggiori informazioni e consulenza professionale dedicata potete contattarci al seguente indirizzo mail: team.unicom@gmail.com.

 

 

 

 

 

 

 

Per maggiori informazioni e consulenza professionale dedicata potete contattarci al seguente indirizzo mail: team.unicom@gmail.com

Dott.ssa Linda Eva Marrella

Mi presento: Linda Eva Marrella, nata a Verona il 4 febbraio 1980.

Studi e competenze: diploma in corrispondente in lingue estere, laurea con lode in economia e commercio, abilitata alla professione di dottore commercialista dall'anno 2007, revisore legale dei conti, mediatore civile abilitata alla risoluzione delle controversie.

Professione: titolare di studio commercialista e socia di associazione professionale in Verona a servizio della clientela per i servizi di: consulenza amministrativa e societaria, bilancio e contabilità, consulenza e assistenza fiscale e tributaria.

Obiettivi: vivere il lavoro e studiare l'economia non solo dalla scrivania, ma ampliando le prospettive. Partecipare a lavori in team al fine di moltiplicare per (con)dividere. Trovare idee innovative sia per startup che per aziende affermate di qualsiasi dimensione, contribuire a far crescere le piccole e rafforzare le grandi.

Il blog perchè: per uscire dall'ufficio, con spunti, riflessioni e ricerca di condivisione e creatività. L'esternare i miei studi quotidiani mi sta aiutando a confrontarmi con tante persone sulle novità fiscali, sull'economia e sul mondo, e ... mi sta pure divertendo.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *