PRESTAZIONI OCCASIONALI

C9B37875B9La prestazione occasionale, introdotta con la riforma del lavoro del 2003 (la c.d. “Legge Biagi”), ci fa pensare a quelle prestazioni tipiche degli studenti, ovvero a quei guadagni extra che si ricevono con dei piccoli lavori. E’ particolarmente indicata per coloro che vogliono in “punta dei piedi” intraprendere una professione, senza nell’immediato aprire partita Iva.

E’ necessario sapere che chi sceglie la prestazione occasionale, è in regola con la normativa fiscale e non è gravato dal pagamento delle tasse. La normativa richiede siano rispettati alcuni requisiti: non deve trattarsi di attività abituale, l’attività non deve essere professionale, non deve essere esercitata con continuità e non vi deve essere vincolo di subordinazione (l’opera viene svolta dietro corrispettivo, senza alcuna forma di coordinazione o subordinazione con il committente: il collaboratore occasionale ha piena libertà di svolgimento del lavoro che gli viene commissionato). La legge elenca nel dettaglio i “paletti” da rispettare:
– la collaborazione con uno stesso committente non può essere più lunga di trenta giorni in uno stesso anno solare, altrimenti diventa abituale e continuativa;
– la somma di tutti i compensi percepiti non può essere superiore ai 5000 euro (5 mila) netti in uno stesso anno solare.
Se si dovessero verificare fattispecie contrarie a quanto detto finora, la collaborazione da occasionale diventerebbe a progetto o professionale e dovrebbe essere regolata dalle specifiche norme in merito.

Metto a disposizione numero 3 FAC SIMILI per prestazione occasionale (aggiornati con le aliquote 2015):

  1. FAC SIMILE PER PRESTAZIONE OCCASIONALE INFERIORE AD EURO 5.000,00
  2. FAC SIMILE PER PRESTAZIONE OCCASIONALE SUPERIORE AD EURO 5.000,00 (PER SOGGETTO CON COPERTURA PREVIDENZIALE + SOGGETTO SENZA ALCUNA COPERTURA PREVIDENZIALE)

Per maggiori informazioni e consulenza professionale dedicata potete contattarci al seguente indirizzo mail: team.unicom@gmail.com

Dott.ssa Linda Eva Marrella

Mi presento: Linda Eva Marrella, nata a Verona il 4 febbraio 1980.

Studi e competenze: diploma in corrispondente in lingue estere, laurea con lode in economia e commercio, abilitata alla professione di dottore commercialista dall'anno 2007, revisore legale dei conti, mediatore civile abilitata alla risoluzione delle controversie.

Professione: titolare di studio commercialista e socia di associazione professionale in Verona a servizio della clientela per i servizi di: consulenza amministrativa e societaria, bilancio e contabilità, consulenza e assistenza fiscale e tributaria.

Obiettivi: vivere il lavoro e studiare l'economia non solo dalla scrivania, ma ampliando le prospettive. Partecipare a lavori in team al fine di moltiplicare per (con)dividere. Trovare idee innovative sia per startup che per aziende affermate di qualsiasi dimensione, contribuire a far crescere le piccole e rafforzare le grandi.

Il blog perchè: per uscire dall'ufficio, con spunti, riflessioni e ricerca di condivisione e creatività. L'esternare i miei studi quotidiani mi sta aiutando a confrontarmi con tante persone sulle novità fiscali, sull'economia e sul mondo, e ... mi sta pure divertendo.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *