La nuova nota integrativa – articolo 2427 C.C.

Il D.Lgs n. 139/2015 (decreto bilanci) ha modificato anche il contenuto dell’articolo 2427 del codice civile e quindi troviamo nuove regole anche per la nota integrativa.

Del rendiconto finanziario ho già parlato in un precedente post, ed ora vediamo sommariamente la nuova nota integrativa, che ricordo essere il documento che offre maggiormente le informazioni necessarie per una corretta e completa valutazione e comparazione delle voci di bilancio.

2427cc

Le nuove disposizioni (articolo 6, comma 9 D.Lgs 139/2015) vanno applicate dal 01/01/2016; appare tuttavia necessario valutare se sia conveniente applicarle già dal bilancio chiuso al 31/12/2015 a causa della comparabilità con l’esercizio precedente al 2016.

Sembra utile offrire uno schema che compara il “vecchio” articolo 2427 con il nuovo.

numero

 

 

Art. 2427 C.C.

fino al 31/12/2015

 

Art. 2427 C.C

dal 01/01/2016

3)

 

La composizione delle voci: “costi di impianto e di ampliamento e “costi di ricerca, di sviluppo e di pubblicità, nonché le ragioni della iscrizione ed i rispettivi criteri di ammortamento”

 

Si sopprime il riferimento alla voce “costi di ricerca e di pubblicità”, in quanto non è più ammessa la capitalizzazione di questi ultimi. I costi di ricerca e pubblicità devono essere gestiti come costi d’esercizio. Rimane fermo il richiamo ai soli costi di sviluppo.

CONSIDERAZIONE:

E’ consigliabile che i costi di ricerca e pubblicità, non più capitalizzabili nei bilanci a partire dal 2016, siano stornati facendoli transitare da conto economico già nei bilanci 2015 considerato che, in caso contrario, vi sarebbe una sopravvalutazione dell’attivo patrimoniale contraria al principio della prudenza civilistica.

7) La composizione delle voci “ratei e risconti attivi” e “ratei e risconti passivi” e della voce “altri fondi dello stato patrimoniale, quando il loro ammontare sia apprezzabile, nonché la composizione della voce “altre riserve” Deve essere necessariamente indicata la composizione delle voci “ratei e risconti attivi”, “ratei e risconti passivi” e “altri fondi”, indipendentemente dal loro ammontare. Non solo, quindi, quando il loro ammontare sia apprezzabile
10) Se significativa, la ripartizione dei ricavi delle vendite e delle prestazioni secondo categorie di attività e secondo aree geografiche Deve essere sempre indicata la ripartizione dei ricavi delle vendite e delle prestazioni secondo categorie di attività e secondo aree geografiche. Scompaiono le parole “Se significativa”
13) La composizione delle voci: “proventi straordinari” e “oneri straordinari” del conto economico, quando il loro ammontare sia apprezzabile L’area straordinaria del conto economico è soppressa e quindi viene, di conseguenza, eliminata la richiesta della composizione delle voci “proventi straordinari” e “oneri straordinari” di ammontare apprezzabile. Nella nuova  versione l’eliminazione di cui sopra, è sostituita dall’indicazione “dell’importo e natura dei singoli elementi di ricavo o di costo di entità o incidenza eccezionali”
16) L’ammontare dei compensi spettanti agli amministratori ed ai sindaci, cumulativamente per ciascuna categoria Oltre all’ammontare dei compensi spettanti agli amministratori ed ai sindaci, vanno ora indicate anche le eventuali anticipazioni e crediti concessi agli stessi soggetti, precisando tasso di interesse, le principali condizioni e gli importi

eventualmente rimborsati, cancellati o oggetto di rinuncia, nonché gli impegni assunti per loro conto per effetto di garanzie di qualsiasi tipo prestate, precisando il totale per ciascuna categoria

18) Le azioni di godimento, le obbligazioni convertibili in azioni e i titoli o valori simili emessi dalla società, specificando il loro numero e i diritti che essi attribuiscono Oltre all’indicazione delle azioni di godimento e obbligazioni convertibili in azioni emessi dalla società, vanno indicati gli eventuali warrants e opzioni
22)bis Le operazioni realizzate con parti correlate, precisando l’importo, la natura del rapporto e ogni altra informazione necessaria per la comprensione del bilancio relativa a tali operazioni, qualora le stesse siano rilevanti e non siano state concluse a normali condizioni di mercato. Le informazioni relative alle singole operazioni possono essere aggregate secondo la loro natura, salvo quando la loro separata evidenziazione sia necessaria per comprendere gli effetti delle operazioni medesime sulla situazione patrimoniale e finanziaria e sul risultato economico della società Vanno sempre indicate le operazioni realizzate con parti correlate non concluse a normali condizioni di mercato. In modo particolare, devono essere riportate le informazioni inerenti l’importo, natura del rapporto e ogni altra informazione necessaria per la comprensione del bilancio. Nella precedente versione, l’indicazione era richiesta solo se le operazioni erano rilevanti
22 quater)                                Non previsto Si indica la natura e l’effetto patrimoniale, finanziario ed economico dei fatti di rilievo avvenuti dopo la chiusura dell’esercizio. Questa informazione era prevista in precedenza nella relazione sulla gestione

 

22 quinquies) Non previsto Deve essere evidenziato il nome e la sede legale dell’impresa che redige il bilancio consolidato dell’insieme più grande di imprese di cui l’impresa fa parte in quanto impresa controllata, nonché il luogo in cui è disponibile la copia del bilancio consolidato
22 sexies) Non previsto Deve essere evidenziato il nome e la sede legale dell’impresa che redige il bilancio consolidato dell’insieme più piccolo di imprese di cui l’impresa fa parte in quanto impresa controllata, nonché il luogo in cui è disponibile la copia del bilancio consolidato
22 septies Non previsto È richiesto di indicare la proposta di destinazione degli utili o di copertura delle perdite.

Per maggiori informazioni e consulenza professionale dedicata potete contattarci al seguente indirizzo mail: team.unicom@gmail.com

Dott.ssa Linda Eva Marrella

Mi presento: Linda Eva Marrella, nata a Verona il 4 febbraio 1980.

Studi e competenze: diploma in corrispondente in lingue estere, laurea con lode in economia e commercio, abilitata alla professione di dottore commercialista dall'anno 2007, revisore legale dei conti, mediatore civile abilitata alla risoluzione delle controversie.

Professione: titolare di studio commercialista e socia di associazione professionale in Verona a servizio della clientela per i servizi di: consulenza amministrativa e societaria, bilancio e contabilità, consulenza e assistenza fiscale e tributaria.

Obiettivi: vivere il lavoro e studiare l'economia non solo dalla scrivania, ma ampliando le prospettive. Partecipare a lavori in team al fine di moltiplicare per (con)dividere. Trovare idee innovative sia per startup che per aziende affermate di qualsiasi dimensione, contribuire a far crescere le piccole e rafforzare le grandi.

Il blog perchè: per uscire dall'ufficio, con spunti, riflessioni e ricerca di condivisione e creatività. L'esternare i miei studi quotidiani mi sta aiutando a confrontarmi con tante persone sulle novità fiscali, sull'economia e sul mondo, e ... mi sta pure divertendo.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *