Imu e tasi: scadenza 16.06.2016

16.06.2016: scade il termine per versare l’acconto IMU-TASI 2016

Vediamo le novità in merito al calcolo delle stesse

FOTO IMU TASI

 La Legge di Stabilità 2016 ha introdotto diversi cambiamenti, ricordiamo:


1) l’esclusione dalla TASI delle abitazioni principali non di lusso e delle relative pertinenze che, pertanto, non verranno assoggettate ad alcuna imposta comunale, essendo esenti anche da Imu. Non dovrà versare Tasi nemmeno il detentore non proprietario dell’immobile, ossia: l’inquilino in caso di locazione o il comodatario in caso di comodato.

Per questa esclusione l’immobile deve essere adibito ad abitazione principale dal detentore.


2) gli immobili concessi in comodato gratuito ai parenti in linea retta.

Fino all’anno scorso i Comuni potevano decidere di assimilare tale fattispecie all’abitazione principale con conseguenti esenzioni o agevolazioni.

Con la Legge di Stabilità 2016 è i Comuni possono solo ridurre la base imponibile sia ai fini Imu che ai fini Tasi del 50%, ma con alcune limitazioni:

  • il comodatario (per esempio il figlio che riceve ed abita l’immobile) deve utilizzare l’immobile come abitazione principale;
  • il comodante (per esempio il padre che concede l’immobile) deve avere residenza anagrafica e dimora abituale nello stesso Comune dell’immobile concesso in comodato e non deve possedere altro immobile oltre a quello in comodato, eccetto la sua abitazione principale non di lusso (escluse quindi le abitazioni A/1, A/8 e A/9);
  • il comodante non deve possedere in tutto il territorio nazionale altri fabbricati a destinazione abitativa oltre alla sua abitazione principale non di lusso (pertanto può posseder terreni, aree fabbricabili, negozi, uffici ecc.)
  • il comodante deve presentare la dichiarazione Imu-Tasi per l’immobile concesso in comodato;
  • il contratto deve essere registrato versando l’imposta di registro di 200,00 euro

Molti poi sono stati i chiarimenti forniti dal MEF e dall’IFEL, tra cui:mef

  • se i coniugi possiedono l’immobile in comproprietà al 50% e tale immobile viene concesso al padre per ipotesi della moglie, solo la moglie fruirà della riduzione del 50% in quanto il vincolo di parentela in linea retta si realizza solo in capo a lei e quindi alla sua quota del 50%. Il marito seguirà le regole ordinarie per il suo 50%;
  • se il Comune ha deliberato nel 2015 aliquote agevolate per il comodato in linea retta continueranno ad applicarsi con l’ulteriore agevolazione della riduzione del 50% della base imponibile;
  • il possesso di fabbricati abitativi è sempre e comunque ostativo dell’agevolazione anche se questi sono inagibili.

A disposizione fac simile contratto di comodato ad uso gratuito, cliccando al seguente link: fac-simile-contratto-di-comodato-ad-uso-gratuito/


3) Tra le altre novità della Legge di Stabilità 2016 ricordiamo la riduzione al 75% dell’Imu e della Tasi dovute per i contratti a canone concordato sulla base delle aliquote comunali previste.


4) E’ stato previsto sempre dalla Legge di Stabilità che i Comuni non possano aumentare le aliquote Imu-Tasi rispetto al 2015.

Per maggiori informazioni e consulenza professionale dedicata potete contattarci al seguente indirizzo mail: team.unicom@gmail.com

Dott.ssa Linda Eva Marrella

Mi presento: Linda Eva Marrella, nata a Verona il 4 febbraio 1980.

Studi e competenze: diploma in corrispondente in lingue estere, laurea con lode in economia e commercio, abilitata alla professione di dottore commercialista dall'anno 2007, revisore legale dei conti, mediatore civile abilitata alla risoluzione delle controversie.

Professione: titolare di studio commercialista e socia di associazione professionale in Verona a servizio della clientela per i servizi di: consulenza amministrativa e societaria, bilancio e contabilità, consulenza e assistenza fiscale e tributaria.

Obiettivi: vivere il lavoro e studiare l'economia non solo dalla scrivania, ma ampliando le prospettive. Partecipare a lavori in team al fine di moltiplicare per (con)dividere. Trovare idee innovative sia per startup che per aziende affermate di qualsiasi dimensione, contribuire a far crescere le piccole e rafforzare le grandi.

Il blog perchè: per uscire dall'ufficio, con spunti, riflessioni e ricerca di condivisione e creatività. L'esternare i miei studi quotidiani mi sta aiutando a confrontarmi con tante persone sulle novità fiscali, sull'economia e sul mondo, e ... mi sta pure divertendo.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *