GIOVANI COPPIE E BONUS MOBILI

Il comma 75 della Legge di Stabilità 2016, Legge n. 208/2015, introduce una nuova detrazione Irpef per le “giovani coppie” che acquistano mobili e arredi dell’unità abitativa destinata all’abitazione principale.
baciod” Le giovani coppie costituenti un nucleo familiare composto daconiugi o da conviventi more uxorio che abbiano costituito nucleo da almeno tre anni, in cui almeno uno dei due componenti non abbia superato i trentacinque anni, acquirenti di unita’ immobiliare da adibire ad abitazione principale, beneficiano di una detrazione dall’imposta lorda, fino a concorrenza del suo ammontare, per le spese documentate sostenute per l’acquisto di mobili ad arredo della medesima unita’ abitativa. La detrazione di cui al presente comma, da ripartire tra gli aventi diritto in dieci quote annuali di pari importo, spetta nella misura del 50 per cento delle spese sostenute dal 1° gennaio 2016 al 31 dicembre 2016 ed e’ calcolata su un ammontare complessivo non superiore a 16.000 euro. Il beneficio dicui al presente comma non e’ cumulabile con quello di cui alla lettera c) del comma 74″

Beneficiari: le giovani coppie sono definite come quelle costituenti un nucleo familiare composto:
– da coniugi o conviventi more uxorio
– che abbiano costituito nucleo da almeno 3 anni
– in cui almeno uno dei due componenti non abbia superato i 35 anni di età
Quindi non potranno accedere al beneficio in questione coppie sposate da meno di tre anni a meno che non riescano a dimostrare una precedente convivenza (tramite ad esempio dati sulla residenza anagrafica precedente al matrimonio)

Condizioni: per beneficiare della detrazione è necessario che una “giovane coppia”:
– abbia acquistato un’unità immobiliare
– abbia adibito l’unità immobiliare ad abitazione principale.
Non ancora chiaro appare tuttavia il riferimento alla data di acquisto dell’unità immobiliare (acquisto nel 2016? Acquisto nel triennio in cui è stato costituito il nucleo familiare?)

Detrazione: spetta nella misura del 50% delle spese sostenute dal 01/01/2016 al 31/12/2016 da ripartire tra gli aventi diritto in 10 quote annuali di pari importo, ed è calcolata:
– su un ammontare di spesa complessivo max di Euro 16.000,00
– per l’acquisto di mobili destinati all’arredo dell’abitazione principale acquistata.
n.b.: la norma non parla di elettrodomestici di classe energetica non inferiore ad A+ (A per i forni), ma solo di mobili.

Divieto di cumulo: l’ultimo comma della norma in commento chiarisce esplicitamente che l’agevolazione non è cumulabile:
– né con la detrazione del 50% per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio
– né con l’ordinario “bonus mobili” relativo agli immobili oggetto di detti interventi.
Quindi nel caso in cui si possa usufruire di entrambe le agevolazioni, si potrà scegliere l’agevolazione più conveniente.
E nel caso di acquisto sia di arredi che di elettrodomestici di classe A+, si potrà beneficiare per i primi del bonus di euro 16.000, mentre per i secondi per il “bonus arredi”.

Per maggiori informazioni e consulenza professionale dedicata potete contattarci al seguente indirizzo mail: team.unicom@gmail.com

Dott.ssa Linda Eva Marrella

Mi presento: Linda Eva Marrella, nata a Verona il 4 febbraio 1980.

Studi e competenze: diploma in corrispondente in lingue estere, laurea con lode in economia e commercio, abilitata alla professione di dottore commercialista dall'anno 2007, revisore legale dei conti, mediatore civile abilitata alla risoluzione delle controversie.

Professione: titolare di studio commercialista e socia di associazione professionale in Verona a servizio della clientela per i servizi di: consulenza amministrativa e societaria, bilancio e contabilità, consulenza e assistenza fiscale e tributaria.

Obiettivi: vivere il lavoro e studiare l'economia non solo dalla scrivania, ma ampliando le prospettive. Partecipare a lavori in team al fine di moltiplicare per (con)dividere. Trovare idee innovative sia per startup che per aziende affermate di qualsiasi dimensione, contribuire a far crescere le piccole e rafforzare le grandi.

Il blog perchè: per uscire dall'ufficio, con spunti, riflessioni e ricerca di condivisione e creatività. L'esternare i miei studi quotidiani mi sta aiutando a confrontarmi con tante persone sulle novità fiscali, sull'economia e sul mondo, e ... mi sta pure divertendo.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *